BUONO COME LA SEMPLICITÀ.

Il nostro latte in polvere deriva esclusivamente da latte fresco pastorizzato. Negli anni abbiamo stabilito relazioni a lungo termine e di fiducia con produttori accuratamente selezionati, al fine di garantire e migliorare la freschezza e la qualità del latte all’origine; una qualità in grado di soddisfare i nostri standard, e anche i vostri. Grazie ad una filiera di approvvigionamento corta e controllata, abbiamo un sistema di tracciabilità che fornisce un quadro cristallino del percorso dalla fattoria al prodotto. Perché sulla bontà, vogliamo vederci chiaro.

DALLA STALLA AL LATTE IN POLVERE

Nelle fattorie normalmente le mungiture avvengono 2 volte al giorno. È molto importante che il latte sia portato il prima possibile a temperature inferiori ai 4 °C per mantenerne al meglio la bontà. Il latte viene poi spedito tramite cisterne alla latteria, che, prima dell’accettazione, compie fondamentali analisi fisicochimiche e microbiologiche. Qui il latte viene sottoposto ad una fase di lavorazione “liquida”: innanzitutto viene separato dalla panna nel caso si voglia produrre latte scremato; successivamente, per rendere il latte sicuro da un punto di vista microbiologico, c’è la pastorizzazione, cioè lo stesso processo termico che subisce il latte che normalmente compriamo al supermercato nel banco frigo: il latte viene portato per 15 secondi ad una temperatura di 72°C in modo da inattivare i batteri potenzialmente pericolosi per la salute dell’uomo e poi subito raffreddato. A questo punto inizia la fase di lavorazione “secca”, attraverso la concentrazione e la disidratazione: con aria calda si favorisce la completa evaporazione dell’acqua attraverso una tecnologia particolare che si chiama Spray-dry. Per ottenere un 1kg di latte scremato in polvere sono necessari circa 10 litri di latte scremato liquido. Noi richiediamo che tutto questo processo avvenga entro 48 ore dall’arrivo del latte in latteria.

LA LAVORAZIONE DEL LATTE FERRERO

Per i nostri prodotti, utilizziamo solo latte acquistato da fornitori selezionati e di affidabilità garantita da anni di collaborazione ed esperienza, in grado di assicurare controlli rigorosi e costanti. Un esempio virtuoso è la nostra relazione commerciale con Inalpi, azienda lattiero-casearia non distante da Alba a cui circa 400 stalle piemontesi conferiscono il loro latte: per garantirci la qualità di latte che cerchiamo, effettuiamo controlli persino più severi di quelli richiesti per legge ed eseguiamo verifiche supplementari. Ad esempio, i nostri tecnici visitano non solo la latteria ma addirittura tutte le stalle che conferiscono il latte ad Inalpi, per verificare la corretta applicazione delle buone prassi di igiene e di mungitura, i parametri di qualità del latte e l’applicazione delle buone norme per garantire il benessere animale e la sostenibilità ambientale. La collaborazione con Inalpi ha inoltre portato alla realizzazione di un impianto di polverizzazione del latte costruita su input dei nostri tecnici per soddisfare le richieste qualitative Ferrero, rappresentando un simbolo di innovazione ed eccellenza in Italia.

LA NOSTRA QUALITÀ È PER TE

I nostri fornitori raccolgono il latte direttamente dagli allevatori, garantendo così la freschezza, il gusto e la sicurezza del prodotto. Questo approccio ha portato a creare un rapporto di fiducia reciproca, volto a garantire il rispetto degli stessi standard di genuinità e freschezza tra tutti i fornitori di latte da cui Ferrero acquista la materia prima. Per garantire il livello richiesto dai nostri standard di qualità e di sicurezza, svolgiamo specifiche analisi fisico-chimiche e microbiologiche e controlliamo tutte le forniture che riceviamo. Inoltre, un team dedicato di degustatori assaggiano regolarmente il latte, per verificare che il colore, la freschezza e la fragranza rispettino sempre le nostre richieste qualitative. Il monitoraggio costante delle qualità organolettiche è svolto a molteplici livelli (presso il fornitore, in azienda al momento della consegna e presso le unità centrali di R&S e di Controllo Qualità), utilizzando moderne procedure di analisi sensoriale descrittiva. Grazie a tutto questo, i requisiti relativi al latte in polvere che richiediamo in Ferrero sono per molti parametri più restrittivi di quanto richiede lo standard in commercio.

Scopri le altre materie prime

cacao

zucchero

nocciole

olio di palma

DALLA STALLA AL LATTE IN POLVERE

Nelle fattorie normalmente le mungiture avvengono 2 volte al giorno. È molto importante che il latte sia portato il prima possibile a temperature inferiori ai 4 °C per mantenerne al meglio la bontà. Il latte viene poi spedito tramite cisterne alla latteria, che, prima dell’accettazione, compie fondamentali analisi fisicochimiche e microbiologiche. Qui il latte viene sottoposto ad una fase di lavorazione “liquida”: innanzitutto viene separato dalla panna nel caso si voglia produrre latte scremato; successivamente, per rendere il latte sicuro da un punto di vista microbiologico, c’è la pastorizzazione, cioè lo stesso processo termico che subisce il latte che normalmente compriamo al supermercato nel banco frigo: il latte viene portato per 15 secondi ad una temperatura di 72°C in modo da inattivare i batteri potenzialmente pericolosi per la salute dell’uomo e poi subito raffreddato. A questo punto inizia la fase di lavorazione “secca”, attraverso la concentrazione e la disidratazione: con aria calda si favorisce la completa evaporazione dell’acqua attraverso una tecnologia particolare che si chiama Spray-dry. Per ottenere un 1kg di latte scremato in polvere sono necessari circa 10 litri di latte scremato liquido. Noi richiediamo che tutto questo processo avvenga entro 48 ore dall’arrivo del latte in latteria.

Latte fresco pastorizzato.

LA LAVORAZIONE DEL LATTE FERRERO

Per i nostri prodotti, utilizziamo solo latte acquistato da fornitori selezionati e di affidabilità garantita da anni di collaborazione ed esperienza, in grado di assicurare controlli rigorosi e costanti. Un esempio virtuoso è la nostra relazione commerciale con Inalpi, azienda lattiero-casearia non distante da Alba a cui circa 400 stalle piemontesi conferiscono il loro latte: per garantirci la qualità di latte che cerchiamo, effettuiamo controlli persino più severi di quelli richiesti per legge ed eseguiamo verifiche supplementari. Ad esempio, i nostri tecnici visitano non solo la latteria ma addirittura tutte le stalle che conferiscono il latte ad Inalpi, per verificare la corretta applicazione delle buone prassi di igiene e di mungitura, i parametri di qualità del latte e l’applicazione delle buone norme per garantire il benessere animale e la sostenibilità ambientale. La collaborazione con Inalpi ha inoltre portato alla realizzazione di un impianto di polverizzazione del latte costruita su input dei nostri tecnici per soddisfare le richieste qualitative Ferrero, rappresentando un simbolo di innovazione ed eccellenza in Italia.

Lavorazione del latte.

LA NOSTRA QUALITÀ È PER TE

I nostri fornitori raccolgono il latte direttamente dagli allevatori, garantendo così la freschezza, il gusto e la sicurezza del prodotto. Questo approccio ha portato a creare un rapporto di fiducia reciproca, volto a garantire il rispetto degli stessi standard di genuinità e freschezza tra tutti i fornitori di latte da cui Ferrero acquista la materia prima. Per garantire il livello richiesto dai nostri standard di qualità e di sicurezza, svolgiamo specifiche analisi fisico-chimiche e microbiologiche e controlliamo tutte le forniture che riceviamo. Inoltre, un team dedicato di degustatori assaggiano regolarmente il latte, per verificare che il colore, la freschezza e la fragranza rispettino sempre le nostre richieste qualitative. Il monitoraggio costante delle qualità organolettiche è svolto a molteplici livelli (presso il fornitore, in azienda al momento della consegna e presso le unità centrali di R&S e di Controllo Qualità), utilizzando moderne procedure di analisi sensoriale descrittiva. Grazie a tutto questo, i requisiti relativi al latte in polvere che richiediamo in Ferrero sono per molti parametri più restrittivi di quanto richiede lo standard in commercio.

Le mucche dei fornitori di fiducia.

Scopri le altre materie prime