C’è olio e olio.
Il nostro è olio di palma Ferrero.

Sì, perché l’olio di palma Ferrero è un olio di eccellente qualità e sicurezza: proviene solo da frutti spremuti freschi ed è lavorato a temperature controllate, svolgendo una parte essenziale del processo, quella finale, direttamente a casa nostra. Abbiamo sviluppato una grande capacità nel lavorarlo ed è per questo che l’olio di palma Ferrero è un olio sicuro, proprio come tutti gli oli vegetali di qualità.

SPREMUTO DA UN FRUTTO TROPICALE

L’olio di palma è ricavato dalla polpa dei frutti della palma Elaeis guineensis, albero che si può trovare in diverse zone equatoriali. Oggi i principali paesi produttori sono l’Indonesia e la Malesia. L'albero produce frutti raggruppati in caschi di forma sferica il cui peso varia dai 10 ai 40 kg. Tali frutti tropicali, di colore rossastro e di dimensioni simili a grosse olive, sono ricchi di olio (circa il 45%-65% della polpa). L’olio di palma si ricava solo dalla spremitura della polpa del frutto, mentre dal suo nocciolo si ottiene l’olio di palmisto, diverso dall’olio di palma e simile piuttosto all’olio di cocco.

IL PIÙ UTILIZZATO AL MONDO

L’uso dell’olio di palma per scopi alimentari risale a oltre 10.000 anni fa. Ad oggi, si tratta dell’olio vegetale più utilizzato al mondo. Infatti, in Asia, Africa e Brasile viene usato come comune olio da cucina, mentre nei paesi occidentali si utilizza solo nella sua forma raffinata in molti prodotti alimentari tra cui dolci, gelati, prodotti da forno e margarine. Rispetto ad altri oli vegetali, la produzione di olio di palma richiede meno acqua, fertilizzanti e pesticidi; oltretutto ha un’ottima resa, addirittura 11 volte superiore all’olio di oliva a parità di terreno coltivato.

LA LAVORAZIONE DELL’OLIO DI PALMA FERRERO

Da decenni, noi di Ferrero conosciamo e lavoriamo con estrema cura l'olio del frutto di palma grazie a tecnologie all'avanguardia e una particolare attenzione alla qualità e alla sicurezza sia della materia prima (frutti) che del prodotto finito (olio). Una volta raccolti i frutti di palma, ci assicuriamo che la spremitura da parte dei nostri fornitori avvenga nel più breve tempo possibile. Il successivo processo di lavorazione e purificazione , viene effettuato a temperature controllate, allungando i tempi necessari ma mantenendo meglio le caratteristiche naturali della materia prima. Il principio della freschezza non ci guida solo nella scelta al momento dell’acquisto ma anche quando l’olio arriva presso i nostri stabilimenti. Qui infatti, dopo un severo controllo qualità, lo rilavoriamo per assicurarci che sia il più neutro possibile in termini di odore e sapore, per poi utilizzarlo nei nostri prodotti in tempi brevi. E’ per questo che l’olio di palma Ferrero è un olio di palma sicuro esattamente come tutti gli oli vegetali di qualità.

L’OLIO DALLE CARATTERISTICHE UNICHE

Nei nostri prodotti, usiamo l’olio di palma per le sue caratteristiche uniche. Innanzitutto la sua versatilità: infatti, a temperatura ambiente l’olio di palma ha una struttura semi solida e può essere suddiviso in componenti più liquide o più dure per soddisfare diversi requisiti di consistenza (morbida, cremosa, croccante). Per esempio, l’olio di palma contribuisce a creare la cremosità e la spalmabilità ideali per Nutella®. Proprio per queste sue caratteristiche, non ha bisogno di idrogenazione, processo che dà luogo alla formazione di acidi grassi trans che hanno un impatto negativo sulla salute cardiovascolare, come dimostrato da numerosi studi scientifici.Inoltre, aiuta ad esaltare aromi e sapori degli altri ingredienti della ricetta. Infine, grazie alla sua maggior resistenza all’ossidazione rispetto ad altri oli vegetali, l’olio di palma permette una migliore tenuta del prodotto nel tempo.

LA SALUTE PRIMA DI TUTTO

A differenza della percezione negativa veicolata dalle campagne mediatiche recenti, all’olio di palma non può essere attribuito nessun particolare effetto negativo sulla salute che sia scientificamente provato. Lo dice anche una pubblicazione dell’Istituto Superiore di Sanità, secondo il quale il problema non risulta essere legato al consumo di olio di palma di per sé, quanto all’eccesso di acidi grassi saturi nella dieta complessiva. Sull’olio di palma si è espresso anche l’Istituto Mario Negri ribadendo che non esistono evidenze scientifiche che correlino il consumo di olio di palma all’insorgenza dei tumori. Quindi l’olio di palma, se di qualità, è un prodotto assolutamente sicuro per l’uomo, quando assunto da individui sani nell’ambito di una dieta bilanciata. Ecco perchè, quando parliamo di olio di palma Ferrero, garantiamo la stessa sicurezza alimentare degli altri oli vegetali di ottima qualità e trattati correttamente. Tutto ciò è il risultato di sessant’anni di esperienza Ferrero nella lavorazione dei grassi, direttamente a casa nostra, per la produzione dei semilavorati destinati alle nostre ricette.

UNA SCELTA SOSTENIBILE

L’olio vegetale che utilizziamo nei nostri prodotti è esclusivamente olio di palma sostenibile e tracciabile. Inoltre, attraverso la Carta Ferrero per l’Olio di Palma, vogliamo rendere effettivo il nostro impegno per la produzione di olio di palma sostenibile, sia a livello sociale che ambientale, andando oltre i già adottati schemi certificativi. Ferrero sta lavorando in sinergia con i propri fornitori per approcciare una nuova strada che permetta di evitare la deforestazione, l’estinzione di specie, l’elevata emissione di gas serra o la violazione dei diritti umani. Siamo inoltre diventati membri del Palm Oil Innovation Group (POIG) , piattaforma di cui fanno parte ben 9 associazioni ambientaliste internazionali. L’adesione al POIG delle associazioni ambientaliste dimostra che non sono contrarie all’olio di palma di per sé ma lavorano insieme per promuoverne una produzione sostenibile. Nella Palm Oil Scorecard 2016 di Greenpeace veniamo identificati come una delle 2 aziende leader nella valutazione complessiva e, tra le 14 aziende globali di beni di consumo valutate, l’unica capace di tracciare fino alla piantagione di origine quasi il 100% dell’olio di palma acquistato. Anche nelle Palm Oil Buyers Scorecard di WWF, pubblicate nel settembre 2016, otteniamo un punteggio di 9 punti su 9 e, tra le 137 aziende globali considerate nell’indagine, siamo stati riconosciuti come una delle aziende “battistrada” verso l’obiettivo finale di sostenibilità per l’industria, ovvero che l’olio di palma certificato sostenibile (e tracciabile) diventi il livello standard per tutte le aziende. Per ulteriori informazioni clicca qui.

Il 27 Ottobre 2016 Ferrero ha organizzato a Milano un incontro scientifico con esperti e professionisti di diversi settori per parlare di olio di palma.

Guarda tutti gli interventi dei relatori.

Scopri le altre materie prime

cacao

zucchero

nocciole

latte

SPREMUTO DA UN FRUTTO TROPICALE

L’olio di palma è ricavato dalla polpa dei frutti della palma Elaeis guineensis, albero che si può trovare in diverse zone equatoriali. Oggi i principali paesi produttori sono l’Indonesia e la Malesia. L'albero produce frutti raggruppati in caschi di forma sferica il cui peso varia dai 10 ai 40 kg. Tali frutti tropicali, di colore rossastro e di dimensioni simili a grosse olive, sono ricchi di olio (circa il 45%-65% della polpa). L’olio di palma si ricava solo dalla spremitura della polpa del frutto, mentre dal suo nocciolo si ottiene l’olio di palmisto, diverso dall’olio di palma e simile piuttosto all’olio di cocco.

Grappolo di frutti di palma da olio

IL PIÙ UTILIZZATO AL MONDO

L’uso dell’olio di palma per scopi alimentari risale a oltre 10.000 anni fa. Ad oggi, si tratta dell’olio vegetale più utilizzato al mondo. Infatti, in Asia, Africa e Brasile viene usato come comune olio da cucina, mentre nei paesi occidentali si utilizza solo nella sua forma raffinata in molti prodotti alimentari tra cui dolci, gelati, prodotti da forno e margarine. Rispetto ad altri oli vegetali, la produzione di olio di palma richiede meno acqua, fertilizzanti e pesticidi; oltretutto ha un’ottima resa, addirittura 11 volte superiore all’olio di oliva a parità di terreno coltivato.

L’utilizzo dell’olio di palma in cucina.

LA LAVORAZIONE DELL’OLIO DI PALMA FERRERO

Da decenni, noi di Ferrero conosciamo e lavoriamo con estrema cura l'olio del frutto di palma grazie a tecnologie all'avanguardia e una particolare attenzione alla qualità e alla sicurezza sia della materia prima (frutti) che del prodotto finito (olio). Una volta raccolti i frutti di palma, ci assicuriamo che la spremitura da parte dei nostri fornitori avvenga nel più breve tempo possibile. Il successivo processo di lavorazione e purificazione , viene effettuato a temperature controllate, allungando i tempi necessari ma mantenendo meglio le caratteristiche naturali della materia prima. Il principio della freschezza non ci guida solo nella scelta al momento dell’acquisto ma anche quando l’olio arriva presso i nostri stabilimenti. Qui infatti, dopo un severo controllo qualità, lo rilavoriamo per assicurarci che sia il più neutro possibile in termini di odore e sapore, per poi utilizzarlo nei nostri prodotti in tempi brevi. E’ per questo che l’olio di palma Ferrero è un olio di palma sicuro esattamente come tutti gli oli vegetali di qualità.

Grappoli dei frutti della palma.

L’OLIO DALLE CARATTERISTICHE UNICHE

Nei nostri prodotti, usiamo l’olio di palma per le sue caratteristiche uniche. Innanzitutto la sua versatilità: infatti, a temperatura ambiente l’olio di palma ha una struttura semi solida e può essere suddiviso in componenti più liquide o più dure per soddisfare diversi requisiti di consistenza (morbida, cremosa, croccante). Per esempio, l’olio di palma contribuisce a creare la cremosità e la spalmabilità ideali per Nutella®. Proprio per queste sue caratteristiche, non ha bisogno di idrogenazione, processo che dà luogo alla formazione di acidi grassi trans che hanno un impatto negativo sulla salute cardiovascolare, come dimostrato da numerosi studi scientifici.Inoltre, aiuta ad esaltare aromi e sapori degli altri ingredienti della ricetta. Infine, grazie alla sua maggior resistenza all’ossidazione rispetto ad altri oli vegetali, l’olio di palma permette una migliore tenuta del prodotto nel tempo.

Olio di palma derivato dai frutti.

LA SALUTE PRIMA DI TUTTO

A differenza della percezione negativa veicolata dalle campagne mediatiche recenti, all’olio di palma non può essere attribuito nessun particolare effetto negativo sulla salute che sia scientificamente provato. Lo dice anche una pubblicazione dell’Istituto Superiore di Sanità, secondo il quale il problema non risulta essere legato al consumo di olio di palma di per sé, quanto all’eccesso di acidi grassi saturi nella dieta complessiva. Sull’olio di palma si è espresso anche l’Istituto Mario Negri ribadendo che non esistono evidenze scientifiche che correlino il consumo di olio di palma all’insorgenza dei tumori. Quindi l’olio di palma, se di qualità, è un prodotto assolutamente sicuro per l’uomo, quando assunto da individui sani nell’ambito di una dieta bilanciata. Ecco perchè, quando parliamo di olio di palma Ferrero, garantiamo la stessa sicurezza alimentare degli altri oli vegetali di ottima qualità e trattati correttamente. Tutto ciò è il risultato di sessant’anni di esperienza Ferrero nella lavorazione dei grassi, direttamente a casa nostra, per la produzione dei semilavorati destinati alle nostre ricette.

La famiglia Ferrero.

UNA SCELTA SOSTENIBILE

L’olio vegetale che utilizziamo nei nostri prodotti è esclusivamente olio di palma sostenibile e tracciabile. Inoltre, attraverso la Carta Ferrero per l’Olio di Palma, vogliamo rendere effettivo il nostro impegno per la produzione di olio di palma sostenibile, sia a livello sociale che ambientale, andando oltre i già adottati schemi certificativi. Ferrero sta lavorando in sinergia con i propri fornitori per approcciare una nuova strada che permetta di evitare la deforestazione, l’estinzione di specie, l’elevata emissione di gas serra o la violazione dei diritti umani. Siamo inoltre diventati membri del Palm Oil Innovation Group (POIG) , piattaforma di cui fanno parte ben 9 associazioni ambientaliste internazionali. L’adesione al POIG delle associazioni ambientaliste dimostra che non sono contrarie all’olio di palma di per sé ma lavorano insieme per promuoverne una produzione sostenibile. Nella Palm Oil Scorecard 2016 di Greenpeace veniamo identificati come una delle 2 aziende leader nella valutazione complessiva e, tra le 14 aziende globali di beni di consumo valutate, l’unica capace di tracciare fino alla piantagione di origine quasi il 100% dell’olio di palma acquistato. Anche nelle Palm Oil Buyers Scorecard di WWF, pubblicate nel settembre 2016, otteniamo un punteggio di 9 punti su 9 e, tra le 137 aziende globali considerate nell’indagine, siamo stati riconosciuti come una delle aziende “battistrada” verso l’obiettivo finale di sostenibilità per l’industria, ovvero che l’olio di palma certificato sostenibile (e tracciabile) diventi il livello standard per tutte le aziende. Per ulteriori informazioni clicca qui.

Piantagione sostenibile di palme da olio.

Scopri le altre materie prime